info@giocoadv.com 0541-414467 Sitemap
augmented reality

Augmented reality – Realtà aumentata history

La realtà aumentata (in inglese augmented reality, abbreviato AR) è la sovrapposizione di livelli informativi (elementi virtuali e multimediali, dati geolocalizzati, ecc.) all’esperienza reale di tutti i giorni. Gli elementi che “aumentano” la realtà possono essere aggiunti attraverso un dispositivo mobile, come un telefonino di ultima generazione, (p. es. l’ iPhone 3GS, i Windows Phone o un telefono Android), con l’uso di un PC dotato di webcam, con dispositivi di visione (p. es. Occhiali VR), di ascolto (auricolari) e di manipolazione (guanti VR) che aggiungono informazioni multimediali alla realtà già percepita “in sé”.

Il sovrapporsi di elementi reali e virtuali crea una Mixed Reality

Tipi di realtà aumentata:

La Realtà Aumentata su piattaforma mobile: Il telefonino o smartphone di ultima generazione deve essere dotato necessariamente di GPS per il posizionamento, di magnetometro (bussola) e deve poter permettere la visualizzazione di un flusso video in tempo reale, oltre che di un collegamento internet per ricevere i dati online. Il telefonino inquadra in tempo reale la realtà, alla quale vengono sovrapposti i livelli di contenuto, da dati da PDIPunti di Interesse geolocalizzati a elementi 3D.

La Realtà Aumentata su desktop computer è basata su l’uso di markers, o ARtags, dei disegni stilizzati in bianco e nero che vengono mostrati alla webcam, vengono riconosciuti dal PC, e ai quali vengono sovrapposti in tempo reale i contenuti multimediali: video, audio, oggetti 3D, ecc. Normalmente le applicazioni di Realtà aumentata sono basati su tecnologia Adobe Flash e quindi fruibili da un qualsiasi Browser Internet standard. Anche definita Augmented Advertising è esplosa nel 2009 per numerose campagne di comunicazione di corporate brands come Toyota, Lego, Mini, Kellogs, General Electrics, cantanti come Eminem Johm Mayer o riviste come Colors, Esquire Magazine o Wallpaper*.

Applicazioni di realtà aumentata:

Già usata in ambiti molto specifici come nell’ambito militare e medicale o nella ricerca accademica, nel 2009 grazie al miglioramento della tecnologia la realtà aumentata è arrivata al grande pubblico sia come campagne di comunicazione augmented advertising pubblicate sui giornali o sulla rete, sia attraverso un numero sempre crescente di applicazioni per telefonini, in particolare per Android e iPhone.

È oggi infatti possibile con la realtà aumentata trovare informazioni rispetto al luogo in cui ci si trova (come alberghi, bar, ristoranti, stazioni della metro) ma anche visualizzare le foto dai social network come Flickr o voci Wikipedia sovrapposte alla realtà; trovare i Twitters vicini; ritrovare la macchina parcheggiata; giocare a catturare fantasmi e fate invisibili usando una intera città come campo di gioco; taggare luoghi, inserire dei messaggini in realtà aumentata in un luogo specifico (metodo usato dai teenager giapponesi per incontrarsi).

Fonte Wikipedia.


Secondo voi, come cambieranno le nostre abitudini grazie alla realtà aumentata?

About the Author
Videomaker quanto basta, un paio di etti di marketing non convenzionale, con l’aggiunta di 150 grammi di grafica. Una volta cotto aggiungere a piacimento una manciata di Qr code a scaglie ed una spolverata di realtà aumentata.

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.